Venezia (VE)

I segreti del Canal Grande

27/10/2016


Incontro tutto dedicata a Venezia e ai suoi misteri, organizzato all'interno della programmazione serale/notturna del Club Sportivo "Ai Biliardi" di Cannaregio; a essere presentata - in una serata di narrazione che prevede l'ausilio dello straordinario strumento di navigazione multimediale del Canal Grande “Canalview” - sarà una Venezia segreta e misteriosa, arcana e leggendaria, in cui le storie si inseguiranno di palazzo in palazzo lungo il Canal Grande, “la strada più bella del mondo”. 

Organizzatore: Venezia - Club Sportivo Ai Biliardi

 

Oltre le finestre dei palazzi sul Canal Grande, i più prestigiosi e importanti di Venezia, si nascondono le leggende, i misteri, le curiosità, gli intrighi e le passioni della Serenissima. Nelle loro stanze si è snodata, nei secoli, la storia millenaria della Repubblica. Dai loro balconi si sono affacciate le cortigiane più belle, i poeti più acclamati, i governanti più astuti, gli ospiti più prestigiosi, che hanno reso leggendaria la città lagunare.

“I segreti del Canal Grande” - pubblicato da Studio LT2 - racconta tutto questo “navigando” nella storia: è infatti percorrendo le rive della “strada più bella del mondo”, così come la definì l’ambasciatore di Francia Philippe de Commynes oltre cinque secoli fa - in un doppio viaggio De Citra e De Ultra, ovvero su un lato o sull’altro della città - che è possibile rivivere la storia della Serenissima attraverso le sue vicende, i suoi segreti o i semplici aneddoti, lasciandosi incantare dalle voci del passato: un percorso alla scoperta degli aspetti sconosciuti, curiosi e leggendari della Repubblica che, attraverso una lettura coinvolgente, fa conoscere un po’ di più Venezia con la sua storia straordinaria che prese piede tra le isole della laguna.

Calle del Spezier 1253/A, Cannaregio (Venezia). 
Ore 22.30. Ingresso libero. 
Per informazioni e prenotazioni: 347 287 4151.

 

 

Alberto Toso Fei, veneziano doc trasferito a Roma, è diventato un'autorità in fatto di misteri: i suoi libri sugli enigmi di Venezia e dintorni vendono in laguna più dei romanzi di Dan Brown, hanno ispirato trasmissioni tv, cortometraggi e un festival del mistero; i suoi recital in teatri, palazzi storici e perfino sul Canal Grande attirano folle di spettatori; i suoi giochi hanno dato vita a una saga, The Ruyi, in cui si esplorano le città sfidandosi in una gara tra turismo e tecnologia".

Antonella Barina  (da IL VENERDI' DI REPUBBLICA)

 RACCONTI DEI NONNI 

Alberto Toso Fei, veneziano dal 1351, discende da un’antica famiglia di vetrai di Murano. Appaalberto toso fei al gran teatro la fenicessionato di storia ed esperto di misteri, la sua ricerca nasce da lontano, da quando decise che avrebbe raccolto le storie che sentiva raccontare dagli anziani, per non disperderle e fermarle nel tempo. Gran parte del suo lavoro nasce dunque dal recupero della tradizione orale con l’idea di farla rivivere, ricreando il piacere della narrazione e del racconto.


I RECITAL

Per questo le presentazioni dei suoi libri sono dei veri e propri recital: Alberto Toso Fei ricrea ogni volta la dimensione del racconto in cui le storie vengono rievocate come davanti a un focolare, spesso a lume di candela e accompagnamento musicale, nelle grandi librerie ma in anche in teatri e palazzi storici. Oppure, come nel recente “fresco veneziano” nelle acque stesse del Canal Grande, circondato da decine e decine di imbarcazioni a remi.


MULTIMEDIALITA’

Le opere di Alberto Toso Fei si sono prestate anche all’uso delle tecnologie più avanzate: per I segreti del Canal Grande è stato usato il sistema “Canalview” (www.canalview.it), che permette un viaggio virtuale tridimensionale del Canal Grande, mentre l’autore racconta le storie e le leggende della “strada più bella del mondo”. Queste presentazioni multimediali sono state effettuate con grande successo anche a New York, Pechino, Strasburgo...


LE CACCE AL TESORO

Nel 2008 l’autore ha realizzato due libri-gioco su Roma e Venezia, (editi da Log607/ Marsilio, tra le guide più vendute su Amazon), dando vita a una saga che va sotto il titolo di “The Ruyi”: due volumi coi quali, grazie a un sofisticato sistema tecnologico, è possibile visitare le città riallineando le pagine con l’uso del telefono cellulare: si è dato vita al primo evento sincronizzato a Venezia e Roma, in cui centinaia di persone hanno giocato sfidandosi in gruppi, con lo scopo/pretesto di trovare il fantomatico Ruyi, il leggendario scettro che Marco Polo portò con sé dalla Cina e sottrarlo alla Confraternita degli Invincibili, scoprendo così tanti segreti e curiosità sulle due città. L’iniziativa ha avuto un tale successo che il sistema è stato usato anche dal Comune di Venezia per inaugurare la Venezia wireless per tutti.


I GHOST TOUR

Ogni notte, d’inverno o d’estate, a Venezia si aggirano gruppo di persone, a caccia di fantasmi... In città è un fenomeno in continua crescita. I ghost tour nascono proprio dai suoi libri. Anche le guide turistiche studiano e si formano sulle sue storie.

La Lonely Planet su Venezia di prossima uscita ha una pagina dedicata ad Alberto Toso Fei e i suoi libri.


I SUOI LIBRI

I suoi libri campeggiano in tutte le vetrine di Venezia e sono da anni tra i più venduti in città. L’ultimo, in particolare (I segreti del Canal Grande), è stato un grande successo. Uscito nel maggio del 2009, in pochi mesi ha battuto concorrenti eccellenti come Camilleri o Dan Brown...


IL FESTIVAL DEL MISTERO

Alberto Toso Fei decide di andare oltre la laguna, per addentrarsi nella “terraferma”, ed esplorarne la storia misteriosa. E trova una regione, il Veneto, ricchissima di storie incredibili e leggende suggestive. Nasce così tre anni fa “Veneto: Spettacoli di Mistero”, festival dedicato agli enigmi del passato, di cui è fondatore e direttore artistico. Una manifestazione di grande successo che coinvolge centinaia di località venete con iniziative e happening, tutti ispirati al mistero e alla rievocazione delle leggende locali (www.spettacolidimistero.it).


TRASMISSIONI TV

Quando i programmi televisivi si occupano di Venezia si avvalgono spessissimo della collaborazione di Alberto Toso Fei. ‘Cicerone’ di Alberto Angela per la puntata di “Ulisse” tutta dedicata a Venezia (maggio 2011), per la quale è stato consulente, Toso Fei è ‘di casa’ anche a “Voyager” di Roberto Giacobbo (www.albertotosofei.it/tv/rai-2-voyager.html), “Italia che vai”, “Sereno Variabile” (www.albertotosofei.it/tv/rai-2-sereno-variabile-2.html), e tante altre ancora, oltre a essere ospite imprescindibile della diretta Rai sulla Regata Storica.


LE OPERE D’ARTE

I suoi libri hanno nel tempo ispirato vari artisti. Una delle opere più suggestive nasce col progetto “Il Mostro della Laguna” (www.ilmostrodellalaguna.it): un folto gruppo di lavoro e il maestro vetraio Nicola Moretti, hanno dato vita alla realizzazione di una enorme scultura in vetro di Murano ispirata a una leggenda raccolta da Alberto Toso Fei. Il mostro è in tournée per un percorso espositivo internazionale che lo vedrà transitare da qui al 2013 da Venezia, Milano, Ravenna, Mosca, Berlino e Madrid per finire a Istanbul.

L’artista svizzero Pierre Casè ha da poco inaugurato all’interno della Scuola Grande della Misericordia di Venezia, “Misteri del Sotoportego”, venti grandi opere corredate da dieci racconti dello scrittore veneziano.

E ancora: la leggenda raccolta da lui su Rodolfo Valentino, giovane studente del nautico a Venezia che salva una giovane donna caduta nel Canal Grande, ispira un cortometraggio che punta al Sundance. Solo per citare alcuni esempi...


NON SOLO VENEZIA.... MA ANCHE ROMA

L’ultima creazione di Alberto Toso Fei è la nuova collana dedicata alle storie segrete delle città d’Italia. La prima con le storie visibili con il codice QR, in cui l’autore ‘esce’ dalle pagine per raccontare di persona. Un nuovo modo per visitare e riscoprire le città. Da marzo escono in libreria MISTERI DI ROMA (introdotto da Giancarlo De Cataldo) e MISTERI DI VENEZIA (introdotto da Carlo Lucarelli): sette percorsi in sette notti, fatti di storie legate ai luoghi, in una sorta di “trama narrativa” che attraversa i secoli incastonandosi tra le pietre delle città dove storia e mito, leggende e curiosità, fatti insoliti e aneddoti divertenti si materializzano agli occhi del lettore/viaggiatore.